PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Solitudine

Passeggio, passeggio,
lungo l'Arno
intorno a me!
Tanta gente, chi ride
Chi, seduta sulle panchine abbracciati.

Cammino, cammino
Incuriositi mi osservano
Lacrime di tristezza
Scendono giù
lungo il viso
come l'Arno in piena

noto una panchina vuota
solitaria come me!
È fredda, seduta
medito, medito,
ho una gran confusione
per la testa
i pensieri si mescolano
fra di loro
non so, non so, non so
appieno cambiò
la mia vita.

confesso ho paura,
ma! Sono pur consapevole
di ciò che faccio.
sono serena con me stessa.

 

0
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 13/03/2013 14:00
    Bel verseggio. Sentire drammatico come ogni difficile scelta comporta ma dimostra la tua tenacia caratteriale e la tua forza spirituale. Assolutamente piaciuta
  • Rocco Michele LETTINI il 10/03/2013 21:08
    ESSERE SERENI CON SE STESSI... È IL PRIMO DONO DELLA VITA... MIRABILE SEQUELA ANNA

3 commenti:

  • Anonimo il 17/03/2013 16:13
    a volte lo star sole ci aiuta a meditare per cercare di capire... l'ultimo verso ci porta a capire che la decisione, qualunque esssa sia, é quella giusta... applaudo brava anna...
  • Anna Raccardi il 13/03/2013 18:44
    grazie a voi tutti ragazzi per i vostri commenti sinceri buona serata
  • loretta margherita citarei il 11/03/2013 04:51
    la serenità è cosa fondamentale nella vita, piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0