accedi   |   crea nuovo account

Grecometria sferica

Un posto solo
vorrei occupassi
quella linea
quel taglio
quel rifugio
che nel calore
ti muovessi
vorrei
che da lì bevessi
e il ventre
la mano
il viso
vi affondassi
 
Un posto solo
ci guardasse
scambiarci 
cristalli e sale
umor grecale
senza vederci
o riuscire a
fermarci
 
Un posto solo
abbandonarci
mangiandoci
rubarci...
 

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • franco picini il 14/03/2013 18:44
    Un amore visionario, ma nel senso positivo del termine. Ovvero, un sentimento intimo e totalizzante, che sa quello che vuole e appare per visioni. Quest'ultime sembrano spazi geometrici, immensi ma definiti, dove due anime coincidono l'una con l'altra. Eppure c'è un centro di rotazione, un punto solo, e i versi assomigliano ad un invito, forte, irresistibile a perdersi nell'altro fino a scomparire. Sono sempre un po' stupidamente schizzinoso sulle poesie d'amore, ma la tua prende tanto, come il Grecale (il vento in questo caso) quando spazza il mare. Nel ritmo, infatti, la tua assomiglia al vento.

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 13/03/2013 18:18
    apprezzatissima complimenti
  • laura cuppone il 13/03/2013 17:42
    Vorrei scusarmi per il refuso involontario nel titolo...
    Provvederò al più presto a correggerlo.

    Grazie!!
    Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0