PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Di queste onde l'infinito

Cullarsi di queste onde l'infinito
come lascivo pensiero di nulla,
sostando, piccante amplesso,
dentro il raggio estremo
che penetra con luce radiosa,
come quell'ombra sottile,
che mi segue da infante.

È il segno del tempo
che blocca le mani,
che afferra i sogni,
che spegne il motore
non si può più andare...

Cullarsi di queste onde l'infinito
con l'urlo della pazzia
che è solo mia...

 

3
3 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 09/04/2015 07:25
    Un plauso floreale per questa tua speciale.
  • Nicola Lo Conte il 20/03/2013 19:51
    Il segno dl tempo è anche una nostra costruzione mentale... che, dunque, possiamo cambiare.
  • Vincenzo Capitanucci il 15/03/2013 06:42
    ..È il segno del tempo
    che blocca le mani,
    che afferra i sogni...

    Bellissima Silvia... cullarsi in un urlo di pazzia...
    onda infinita... solo mia...
  • Rocco Michele LETTINI il 15/03/2013 05:34
    Chiara ne lo suo intento denunciante... in cui evince "il segno del tempo" col suo tormentuoso corso...
    LA MIA LODE SILVIA E LA MIA CONSIDERAZIONE...
  • Antonio Garganese il 14/03/2013 23:03
    Poesia assai profonda, cercare una luce nelle ombre, la realtà nel sogno, l'equilibrio sotto la pazzia. Non so se sia possibile ma è necessario provare. Piaciutissima.

3 commenti:

  • silvia leuzzi il 09/04/2015 08:28
    Caro, carissimo Pompeo grazie per il tuo commento di questa mattina, ti auguro una buona giornata a rileggerci amico
  • silvia leuzzi il 15/03/2013 09:41
    Grazie amici, grazie per la vostra attenzione... se sapeste come è stata composta questa mia elucubrazione... ma non vi tedio con i miei problemi che sono solo miei, così come la pazzia... ma non è la mia beninteso ahahahha
  • Alessandro il 15/03/2013 00:16
    Il sentimento di infinito, molto difficile da descrivere: un miscuglio di vuoto, di eros, di follia. Un risultato egregio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0