PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

I cantici tra terra e mare

- Il canto della sirena -

(Marinaio)
Dal mare sorse la sirena.
Bella, di una bellezza magica,
di schiuma bianca e di madreperla.
Cantò, nel coro di risacca,
e il mio cuor di marinaio li morì.
Di quell'incanto tenero,
del magico e struggente istante,
in cui l'onda bacia la terra,
e da essa, poi,
fugge via,
che non la si trattiene,
per quante braccia forti si possa noi avere.
Torna ogni notte quel tormento,
in quel gioco sadico di pietoso amore,
in cui chi dona un attimo di vita,
poi te la toglie,
ma perché sa che,
senza quell'istante,
di dolcissimo dolore,
non ci sarebbe vita alcuna da cui poter morire.

-Il richiamo dell'onda-

(Sirena)
Sopra alla roccia brusca,
zuppa di alghe e schiuma,
con le sue gambe forti egli si chinò.
Come ad abbeverarsi di azzurra trasparenza e sale,
con la sua bocca avida d'amor,
si abbeverò di me.
Ad ogni imbrunir dell'onda,
sul ciglio del mio mondo trasparente,
vedo i suoi occhi bruni smarrirsi dentro al blu.
Silente è il suo richiamo,
ma canta dentro me,
con suono di marosi,
come fosse un fortunale,
sento la tempesta che là mi porterà.
Verso la scogliera, dove m'infrangerò,
come se fossi un'onda che muore sullo scoglio,
ma ci ritorna ancora perché sa,
che senza questo amore,
comunque,
d'amore morirà.


12345

2
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 15/03/2013 14:49
    UN PICCOLO GRANDE POMENTO DILIGENTEMENTE COSTRUTTO TIZIANO

4 commenti:

  • stella luce il 22/03/2013 12:18
    davvero stupendo... sognate...
  • loretta margherita citarei il 15/03/2013 15:45
    veramente bella
  • Vincenzo Capitanucci il 15/03/2013 14:56
    Bellissima Tiziano... come se fossi un'onda che muore sul ciglio d'uno scoglio...
  • Rocco Michele LETTINI il 15/03/2013 14:53
    UN PICCOLO GRANDE POEMETTO DILIGENTEMENTE COSTRUTTO... SCUSAMI TIZIANO... IL GUAIO È CHE NON CONTROLLO MAI QUELLO CHE SCRIVO...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0