accedi   |   crea nuovo account

Parole incostanti e imperfette, per descrivere l'aria che ti circonda

Parole incostanti e imperfette
per descrivere l'aria che ti circonda
e il bello che hai dentro.

Intangibile certezza nascosta
nel profondo
che si esprime nell'assente bisogno
di manifestarsi.

Tra gli occhi lucidi
di pianto o di sorrisi
e quelli chiusi
di un sonno condiviso

ritrovo ciò per cui vivo,
per cui a ogni respiro
ne segue un altro.

 

1
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • August Mishell il 30/06/2013 22:25
    È una poesia dalla quale traspare serenità, un ritrovato senso di vita unito ad una sottile impalpabile malinconia. Ottima. Complimenti.
  • silvia leuzzi il 16/03/2013 17:30
    Un'analisi lucida di un sentire a volte doloroso ma che è nostro e non si può sottacere. Bella la chiusa, asciutta e determinata, come deve essere per una donna affrontare la vita, che se perigliosa per un uomo, figuriamoci per noi che viviamo due volte. Ciao a rileggerci

3 commenti: