username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Per mare, per terra, nel cielo

Andar per mare
è di una noia mortale
si potrebbe morire
senza veder terra
un uccello, un volo
la macchia di un qualsiasi fiore
(ma forse le onde
sono solo il sogno dell'anima mia
che si culla
si culla da sola)

Per andar nel cielo
bisognerebbe avere ali
e un cuore grande
ma tanto
Senza nessun appoggio
abbracciare tutto
senza perdersi in nulla
ed amare così
contento solo del vento
che ti porta
(Con lo sguardo
cogliere lo spazio curvo
e vedere l'inizio in ogni fine)
...

Qui sulla terra
camminiamo sulle ossa
sul sangue di milioni
diventati concime
è polvere, un fiore
la più bella delle rose
la grazia, un battito di ciglia
al mattino
e tutto perdiamo
solo perchè
non abbiamo mai avuto

 

3
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • marcello moiso il 17/03/2013 10:55
    Da leggere e rileggere, in quanto contiene semi che possono germogliare ad ogni lettura.

5 commenti:

  • ciro giordano il 17/03/2013 22:15
    grazie loretta per la tua attenzione
  • loretta margherita citarei il 17/03/2013 18:15
    molto originale, piaciutissima
  • ciro giordano il 17/03/2013 17:10
    grazie marcello, belle e confortanti parole le tue, grazie Alessandro, e grazie Carla... ciao a tutti
  • Alessandro il 17/03/2013 13:03
    Esortazione ad allargare gli orizzonti, non importa quanto potrebbe essere aspro il terreno da percorrere. L'inerzia porta solo al vuoto.
  • Anonimo il 17/03/2013 11:49
    intense e belle metafore... lirica che tocca il cuore bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0