accedi   |   crea nuovo account

Petali d'un'anima in cenere

Belle venature
D'una montagna
Che fragile
Riesumono la vita
Come dal ruscello
Già si posa
E nasce poesia
Dai rametti già in fiore
Che sussurrano
Stanchi amorevolmente
Dolci parole d'amore
Che scavano l'anima
Indugiando nell'essenziale
Sinfonia che avvolge
L'incanto che sormonta
E sostiene
L'uomo.
Sentirsi parte
Di quest' universo
Mai scoperto
Intenti a trapanare
Un tronco che ammalato
Urla di dolore strozzate
Ma ancora tace
Il mare che nulla sa
E il fiume confluisce
In fluttui che sembrano
Petali d'un anima
In cenere.
Stefano Spinuzza

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0