PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La piccina

Dall'alto del cielo ove splende il celeste
sei giunta o piccina, per render felice una coppia terrestre,
alla quale si uniscono i nonni gli zii ed altri parenti,
che ti coccolan tutti e sono contenti.
Tu sei giunta dal gran firmamento
e ti sei posata sul capo di quelli già detti
e, lì resterai come roccia, circondata da solidi affetti.
Loro ti seguiranno nella vita di oggi e domani
e, per compenso gli basterà un tuo cordiale sorriso,
già tracciato da quell'angioletto, di tè custode vicino,
che qui ti ha condotto, per dare inizio al tuo umano destino.
Noi non sappiamo di quali sentieri percorre la vita,
ma tu puoi esser altre volte vissuta
e, dato il cambio ad altra persona,
che volea di nuovo rivivere in questo,
non sempre rispettato pianeta.
Ora noi ti accogliamo con gioia ed amore
e ti offriamo quello che richiede la vita e l'azione,
fino a quando il cuor, che ci batte nel petto,
non cesserà, la natural sua funzione.
Ciao tu sei la benvenuta fra noi.

 

1
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 19/03/2013 03:41
    UNA DEDICA PREGNA DI SINCERO AFFETTO... SUBLIME NELLE PAROLE... ORESTE
  • Vincenzo Capitanucci il 18/03/2013 01:42
    Incantevole Oreste... come accogliere la nascita di una Piccina...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0