username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Al focolare

L'ora è tarda
e ben sentiamo le grida
delle mamme, le zie e le nostre nonne
chiamare forte sto gruppetto di lupetti scarmigliati
dagli occhi aguzzi e luminosi
così buttiamo a terra chi bastoni o strane bottigliette
saltellanti, chi sassi luccicanti ed altro ancora,
e via che si sgambetta verso casa, c'è chi risponde
come ad avanzar scudi e difese alli rimbrotti,
e salutandoci a risate
come di vento folate,
siam davanti alle nostre case.
Io che sono il piccolo del gruppo
m'evito tocchi e scapellotti
mettendomi ben stretto alla mia nonna che cura il foco del nostro focolare
così come fa l'acquazzone sulle vigne
resta sol gocce che il vento porta via.
Ora c'è qualche sorriso ed i discorsi si fan di donne
così mentre mi metto al desinare
mia mamma ancor con gli occhi che mi sgrida
mettemi a fianco al piatto il pane
e in fretta e furia finisco tutto
che adesso è scuro, scesa è la sera
il foco schiocca e canta al focolare
stanco ora lo sono e metto il capo in grembo alla mia nonna
e appena ho il tempo di pensare al sasso luccicante che m'aspetta
il foco canta una canzone
quella che inizia e poi finisce col mio nome.

 

3
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 21/03/2013 10:33
    Famiglia!!! Lo Staff ha trovato inaccettabile il commento monoparola... Io speravo, e ancora spero, nell'efficacia dell'emozione semica che anche da una sola parola può sgorgare quando quella parola tanto racchiuda in sè, tanto possa evocare immediatamente di ricordi e soprattutto emozioni... O purtroppo di dolorosa nostalgia per il bene che avrebbe dovuto significare ed invece ha tradito.
  • Rocco Michele LETTINI il 21/03/2013 07:05
    LA RICERCA DE "L'AVO" AMOR... IN UN VERSEGGIO PREGNO DI AFFETTUOSA considerazione per chi tanto ci ha donato... E TANTO RAMMENTIAMO...
    ENCOMIABILE FRANCO

3 commenti:

  • giorgio giorgi il 10/02/2014 12:44
    Apprezzata veramente questa poesia della famiglia, della campagna e direi ancor di più del Focolare.
  • Alessandro il 22/03/2013 13:56
    Atmosfera domestica, ricordi di una famiglia unita, di canzoni davanti al focolare, quando la vita era più dura ma anche più onesta.
  • loretta margherita citarei il 22/03/2013 04:30
    sempre bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0