accedi   |   crea nuovo account

Le prigioni di un pellicano

Anche se ho un gran muro davanti al viso
guardo il mondo come ad un infinito

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

Potrebbe essere... anche se non lo è... dedicata a Silvio... Quale? Fate voi... lol...


3
1 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 22/03/2013 09:12
    Sono tutte belle le tue poesie Vincè. Ma questa tua la trovo stupenda perchè la condivido... e Tu vedi oltre Vincè...
  • Anonimo il 22/03/2013 07:58
    Immenso Vincenzo i miei inchini e applausi... Bravissimo!!!!
  • Anonimo il 21/03/2013 10:50
    Basta davvero una sola parola, che segua ad una sola immagine, a suscitare un fiume di emozioni: crolla quel muro buio, opprimente, d'un colpo solo, all'apparire, all'orizzonte dell'anima, dell'INFINITO!!!
    Stupenda, Vincenzo.
  • Rocco Michele LETTINI il 21/03/2013 08:19
    DISTICO ELOGIABILE VINCENZO...

1 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 21/03/2013 07:52
    Molto significativa e direi ottimistica nonostante l'apparenza. Complimenti!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0