PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sulla neve

Così
nero su bianco
semplicemente scrivo
 
Scrivo suoni
rumori
articolazioni
scrivo del gesto
del momento
del battito
 
Parlo del muscolo
del tetto
della larva
del matto
 
Di come la vita avvicina al tramonto
il giorno in cui l'alba cede al sole
di come un sussurro sia forte
per un sentire melanconico e sensibile
di come un punto sospeso
sia inconsapevole  principio o fine di un disegno
 
Di come le cose
il loro profumo
la loro solitudine
il loro vagare
siano  successivi al nostro
semplice esistere
 
Di come sia desolante
l'essere sempre coscienti e contenersi
senza che nulla scorra o coli
dai bordi del nostro limite
 
Così nero su bianco
su un cartoncino
su un tovagliolo
sulla neve
semplicemente
irrimediabilmente
senza parole
scrivo.
 

 

4
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 23/03/2013 06:06
    Bellissima Laura... scorre come un incanto...

6 commenti:

  • augusta il 07/04/2013 11:11
    non aspettarti da me parolone non ne sono in grado ma sono in grado di capire che tu sia un'artista a tutto tondo... i miei complimenti.. 1 beso..
  • Anonimo il 23/03/2013 18:14
    Tesoro
    le tue poesie sono sublimi come sempre
    tu sei poesia, dolce essenza
    è stato bello incrociarti nel mio volo
    ti adoro POETESSA
  • Anonimo il 23/03/2013 17:20
    Ringrazio Karen della graditissima visita e dell'empato-gradimento
    Alessandro ha intuito una parafrasi dell'autocontrizione presente in manera scellerata in questa poesia...
    Anna essere paragonata a una stoffa preziosa mi lusinga... grazie!!!!

    grazie per le tue parole Vincenzo!!!!

    Laura
  • anna marinelli il 22/03/2013 19:51
    scrivi e fai bene perchè trovo nel tuo verseggiare tanta stoffa di seta pura...
  • Alessandro il 22/03/2013 13:46
    Complessa sequela di emozioni desolate, l'autrice stessa si chiede se ha ancora qualcosa da dire. Il verseggio diventa quasi una maledizione. Piaciuta molto
  • karen tognini il 22/03/2013 12:20
    Piaciutissima...
    si scrive sempre per non morire... Di come la vita avvicina al tramonto
    il giorno in cui l'alba cede al sole
    di come un sussurro sia forte
    per un sentire melanconico e sensibile

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0