accedi   |   crea nuovo account

Vita

Breve o lunga non ha importanza
rispetto all'eternità.
Abbracci, carezze, appartengono
alle emozioni umane che fanno
vivere o morire d'amore senza di esse.
Illusione e vanità,
accompagnano l'umanità
nella speranza dell'immortalità,
acquisita attimo dopo attimo.
Buio e sconforto si accettano
con umiltà perchè appartengono
alla residenza di questa esistenza.
Non resta che un sogno
da seguire come una chimera:
l'amore è il fulcro della vita.
Viene e se ne và.
Restano solo le briciole
ma sono ricordi indelebili
che accompagnano l'umanità
nel percorrere le strade dell'immortalità.
Piccolo uomo, non ti accorgi
che sei il re dell'immensità?
Corri veloce e non ti fermi,
sappi che sei il passato, il presente, il futuro
dell'esistenza umana,
vivi nello spazio ai confini della realtà.
Svegliati dal tuo torpore, ama e non pensare alle tue perdite.
Sappi chi ama il prossimo sa amare se stesso
e conosce la sua limitatezza
pur rimanendo nell'infinito.
Solo le tue opere e il tuo calore
umano resteranno di te e sarai immortale
davanti ai tuoi simili e il tuo nome sarà scritto
nel libro dell'immortalità.

 

2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Phil Ethasimon il 18/08/2007 00:29
    L'AMORE REALE che hai descritto e' immenso!
    Se sol veramente vivresti cio' che scrivi, la parte finale, unica pecca risulterebbe cosi':

    ... e sarai immortale!

    ((senza le ultime parole...))
  • sara rota il 04/08/2007 17:44
    Carina...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0