accedi   |   crea nuovo account

La notte fugge

la notte padroneggia dentro il buio
tra le ombre nascoste dal mio io.
S'aggira silenziosa e tetra
seminando paura tra i pensieri.

Lei arriva spensierata all'orizzonte,
dove il mar abbraccia il cielo,
s'affaccia l'alba del giorno nuovo.
La notte fugge da codarda,
sulla spiaggia vuota,
il sole guarda l'ombra fuggitiva
in un riflesso il volto vola e se ne va;
lasciando uno scoglio in riva al mare
dove l'onda appoggia lo sciabordio.

Chissà, se fuggirò cosi davanti a Lui
quando, alla luce si vedrà
le sozzure che ho nascosto
in quello scrigno, infondo al cuore!

 

1
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 05/04/2013 20:34
    Un testo introspettivo molto significativo e profondo. Belle descrizioni, accompagnate da metafore, davvero suggestive e realistiche, completano il valore della pubblicazione. Poesia apprezzata!
  • Alessandro il 26/03/2013 17:17
    Ognuno ha il proprio lato oscuro, occulta le piccole e grandi sozzure. Anche la notte fugge codarda per paura di affrontarle. Solo chi ci ama possiede uno sguardo così penetrante da coglierle, e la cosa ci spaventa leggermente. Davvero bella.

4 commenti:

  • Falco libero il 21/04/2013 21:41
    Molto ma molto bella. Fra le Poesie che preferisco. Bravo!!
    Un saluto
    Falco Libero
  • Anonimo il 11/04/2013 11:50
    bellissima metafora fratellino... Lui sarà misericordioso con tutti noi... un bacione a te e Lucy
  • Anonimo il 24/03/2013 19:39
    magari non avremo paura di mettere a nudo tutto noi stessi proprio perché pienamente nella luce della misericordia. Complimenti!
  • loretta margherita citarei il 24/03/2013 18:13
    ma Lui è misericordioso, profonda poesia, intensa 1 abbbraccio fratellone baci a lucia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0