PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Lunedì Santo

Na luna rossa
coronata de argentee stelle
lume facea
in una casupola
de Betaina,
fra la brava gente
de casa,
ospite Lustre,
lo Figlio
Omo fattosi
fuit,
la scena
a disturbar
uno traditore
fra li sui
fuit,
ma de no palmo
non se scansò
e fra essi
invitato fuit,
ma lui
scappò.

 

5
6 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 27/03/2013 18:06
    Questa tua, scritta nel tuo unico e bel stile, è veramente bella. Complimenti Don!
  • Anonimo il 27/03/2013 16:05
    bello il tuo stile... lirica sentita ed apprezzata
  • Rocco Michele LETTINI il 26/03/2013 21:25
    INIZIATAA LA SETTIMANA SANTA CON UN ONOTATO VERSEGGIO IL MIO ENCOMIO DON...
  • loretta margherita citarei il 26/03/2013 19:03
    bella descizione nel tuo mirabile stile

6 commenti:

  • Rosarita De Martino il 31/03/2013 20:21
    Certamente la tua è una poesia molto originale sia come stile sia come linguaggio. ma è ugualmente fruibile da parte del lettore. Auguri pasquali e cari saluti.
  • laura il 27/03/2013 11:59
    una poesia molto intensa! L'ho apprezzata, molto! il tuo stile resta originale e piacevole! un grande saluto ciao
  • Rocco Michele LETTINI il 26/03/2013 21:39
    DON CHIEDO SCUSA PER I REFUSI...
  • giuseppe gianpaolo casarini il 26/03/2013 20:43
    bravo in questo tuo poetar
  • Domiziana Gigliotti il 26/03/2013 20:15
    Testo di grande effetto. Apprezzato.
  • anna marinelli il 26/03/2013 19:59
    Anche Pietro lo rinnegò, ma in lui si verificò il pentimento... L'Altro invece scappò a impiccarsi, disperato e senza ravvedimento. Originale questa tua sul Lunedì santo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0