accedi   |   crea nuovo account

Le pratoline,-margheritine di campo-

le pratoline


sfiorate dalle brezze marzoline,
le dolci pratoline
quali prossime allo sboccio
quali in boccio
nei capini ancor serrati,

come gocce di rugiada
liete a frotte si spargono
nei prati, nel giardino,
sino all'orlo della strada.

Nell'esplodere del rigoglio
della primavera,
al verde trifoglio
intrecciano le carole
come il sole
cinte intorno a raggera,

tenui stille porporine
han sulle cime
e dentro gialle
per attirare sul turgore
stretto in cuore,
i baci delle farfalle.

Dolci pratoline, primizia
della terra che si rinnova,
voi mi riportate la letizia
nei ricordi, di ghirlande intrecciate
nell'infanzia,
in quella candida giovanile esultanza
che mai più si ritrova.

 

5
7 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 28/03/2013 16:30
    Di una tenerezza unica ed originale da meritar lo plauso mio più sincero e devoto!
  • Antonio Gariboli il 28/03/2013 07:47
    Il calore, la dolcezza e la tenerezza di un semplice fiorellino mirabilmente cantati in questi splendidi versi.
    Molto bella e piaciuta.
  • vincent corbo il 28/03/2013 06:56
    Una poesia fresca, leggera, un dolce inno alla primavera.
  • Rocco Michele LETTINI il 28/03/2013 06:42
    E CHI MEGLIO DI TE POTEVA DECANTARLE NE L'ELOQUENZA DEL VERSO...
    LA MIA LODE LORY...
  • Auro Lezzi il 28/03/2013 06:12
    Sembrano tante formichine d'amore che si espandono velocemente... Sono immagini del tuo saper amare...
  • Vincenzo Capitanucci il 28/03/2013 05:34
    Buon giorno... L'Or... Ti ho riconociuto.. dalle prime due righe.. dalle carole... delle Tue parole.. portanti.. colori e calore.. di giovanile esultanza...

    Ciao Margherita.. fra baci di farfalle... intrecciate a ghirlande d'infanzia... piovute dal cielo del nostro essere.. dove splendono candidi campi di stelle...

7 commenti:

  • Mario Olimpieri il 30/03/2013 08:39
    Stupende quelle pratoline che infondono allegria e che ricordano i bei tempi passati. Poesia molto tenera e delicata, degna di un altro bellissimo fiore, la MARGHERITA, della quale hai la fortuna di portare il nome. Buona Pasqua!
  • Anonimo il 28/03/2013 18:39
    Sei proprio brava Lor, quando descrivi la natura, sai creare belle immagini, come questa tua che è una meraviglia!
  • Fabio Solieri il 28/03/2013 16:42
    Margherita, semplice ed umile fiore, bellina gentile merita questa tua lode e merita una medaglia perché generalmente è il primo fiore che un bimbo coglie da portar alla sua mamma.
  • Antonio Garganese il 28/03/2013 07:58
    Ti posso fare solo i complimenti: bravissima!!! Buon giorno poetessa.
  • Anonimo il 28/03/2013 07:49
    In assoluto i mie fiori preferiti ché anche se colti alla sera si chiudono per tornare ad aprirsi alla vita con il mattino. Li hai cantati in modo superbo.
  • bruno guidotti il 28/03/2013 06:49
    Proprio delle belle rime, mi par di camminarci dentro. Correggi " Espodere del rigoglio " Un caro salutoBruno. e auguri,
  • stella luce il 28/03/2013 06:32
    leggere questi versi fa volare la mente attraverso quelle pratoline... molto bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0