PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Opalescenze

Sembrava una vecchia prostituta
ligia al suo dovere
invece era una Madonna

la Vita

in albe
d'opalina

vomitò
il Suo corpo
nel mio

oltre

la notte

dove gli uomini raccolgono lame di ghiaccio senza ferirsi le mani

 

5
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 30/03/2013 19:05
    Anima, che libera, si spinge attraverso i sentieri del vivere, oltre l'orizzonte dell'esistere. Versi intensi nella parola, nella melodia... Bellissima Vincenzo!!!
  • giuliano cimino il 29/03/2013 21:49
    ritratto difficile da descrivere con cosi tanta epicità meravigliosa! nuona pasqua vincè
  • Rocco Michele LETTINI il 29/03/2013 06:29
    Il riflesso de la vita in un suggestivo versicolato...
    ENCOMIABILE COME SEMPRE VINCE'... SERENA PASQUA A TE E AI TUOI CARI DI SEMPRE E DA SEMPRE...

3 commenti:

  • loretta margherita citarei il 29/03/2013 19:35
    sempre bravo e profondo, auguri cap
  • Anonimo il 29/03/2013 19:02
    bellissima... parole forti ma che rendono, come sempre le tue poesie incantevoli...
  • Alessandro il 29/03/2013 14:57
    Cruda, dura eppure lirica. Un bel lavoro, anche grazie ai richiami cromatici.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0