PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Possesso (Parte seconda)

L'alba improvvisa della rugiada
Giorno nascente di cielo immenso
Del colore dei tuoi occhi
Musa che togli i peccati e le voglie
Che sei d'ispirazione per le mie notti
Amanti nel vento io e te
Il tuo sorriso sempre aperto
In ogni sorte
Che questa vita ti porta
È la tua arma
Più pulita
In un mondo che scende all'inferno tu
Resti un unico angelo
Dalle trecce d'oro
Mentre graffi come una tigre

Dentro sei dolce o è solo intuizione
adorazione
Erotico assaggio di te
Crepuscolo della tua bocca finita per mari monti
trapassi e tramonti. .
Con le tue mani cosa adorni scettri di luce nei tuoi ritorni?

Musa mia e dea
Che possiede ogni ventre grembo e idea.

 

3
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 30/03/2013 13:21
    La tua Musa che ti fa ispirare questi bei versi così passionali...

    Musa mia e dea
    Che possiede ogni ventre grembo e idea...
  • Vincenzo Capitanucci il 30/03/2013 06:50
    S'improvvisa di rugiada l'Alba... portando in grembo l'idea di una dea... dalla trecce d'oro...

    Bellissima Giuliano... luce dei Tuoi ritorni... ai miei occhi...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0