PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Contemplazione

A te il prostrato core, gli occhi inermi.
Si compirà all'ignara tua presenza
l'ascesa di questo cammin di pena

al cosmo, dove mille Soli eterni
rischiarano delizia ultraterrena,
un brivido al di là d'ogni esistenza.

 

4
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 05/04/2013 14:03
    L'amore stesso è un'autentica CONTEMPLAZIONE che manifesta la propria esistenza nei sogni di agognate emozioni sempre custodite nell'anima di chi ama.
  • Rocco Michele LETTINI il 31/03/2013 19:39
    Contemplazione sublime... in due terzine mirabilmente...
    Direi MI PREGNO D'INTENSO... poeticamente parlando...
    ENCOMIABILE ALESSANDRO...

2 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 31/03/2013 14:46
    Prima di tutto Auguri.. Comunque complimenti per questi tuoi versi, dove si riscontra amore.
  • Don Pompeo Mongiello il 31/03/2013 13:03
    Molta apprezzata e piaciuta questa tua eccezionale davvero! Ne approfitto anche per inviarti i miei auguri pasquali.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0