PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La Pasqua del villaggio

Da lo irto campanile
de lo paese mio,
le campane a festa
sonano
e la gente
se consola,
linda e pinta
a la meglio,
come la povertà
permette,
in chiesa
vanno
a lo Signor Risorto
osannare
e ne lo Spirto
più de Berlusconi
ricchi
se sentono.

 

4
4 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • stella luce il 31/03/2013 21:46
    il suono di quel campanile pare di sentirlo, sono versi molto belli... e di certo meglio avere uno spirito ricco che qualcosa d'altro... ciaooo
  • Rocco Michele LETTINI il 31/03/2013 19:32
    IL VALORE INESTIMABILE NEL CORE... MIRABILE ORNAMENTO DON... SERENA PASQUA...
  • luca il 31/03/2013 18:40
    sentita e profonda bella!!!! felice pasqua!!!
  • loretta margherita citarei il 31/03/2013 17:34
    significativa e veritiera, apprezzatissima, bravo
  • Anonimo il 31/03/2013 16:14
    sicuramente la ricchezza non é nel danaro bella Don un abbraccio
  • Anonimo il 31/03/2013 15:46
    Nello spirito più ricchi di Berlingo e con la propria faccia!
    Auguri don!

4 commenti:

  • Alessandro il 31/03/2013 21:25
    Vestiti alla meglio, come la povertà permette. Versi schietti, dal sapore genuino.
  • Eugenia Toschi il 31/03/2013 17:19
    La ricchezza è nel cuore e nell'anima... Buona Pasqua, amico poeta.
  • Nicola Lo Conte il 31/03/2013 17:17
    Bella immagine... sembra di vederle queste persone!
  • Vincenzo Capitanucci il 31/03/2013 13:43
    Usciranno con un abito di luce... nei colori di un giglio dei campi... povera Gente... pintata alla meglio... ma ricca di Spirito...

    Buona e Serena Pasqua... Don..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0