PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Del gusto ho compreso il sapore

La porta dell'Averno convulso
sembra spalancare l'anta morbida
per consentirti l'accesso,
caldo abbraccio ansante
d'un intreccio di carne umida.

Se resto bocconi riversa
lasciando andare ultime leghe,
retaggio d'un tempo che fu,
è perché del gusto
ho compreso il sapore

 

3
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ciro giordano il 03/04/2013 09:10
    ermetica, ma non tanto da non lasciare immaginare un percorso conosciuto, compreso, che fa pensare ad un più alto livello di coscienza... anche quel restare bocconi riversa mi dà da pensare... piaciuta

2 commenti:

  • Alessandro il 03/04/2013 16:16
    Passionale e filosofica al contempo. I miei più sentiti complimenti.
  • silvia leuzzi il 03/04/2013 09:20
    Ahahhah grazie Ciro le poesie hanno proprio questo scopo: far pensare un salutone a presto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0