username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Aspetterò il tuo ritorno

Aspetterò l'estate
con le sue chiome
di grano dorato
e occhi
di more selvatiche.
Aspetterò l'estate
e avrà per me
azzurri d'incanto,
zefiri
e lucciole vagabonde.

Aspetterò il tuo ritorno.
Per te
metterò
la veste fiorita
e profumo
di zagara e gelsomino.
Ti vedrò spuntare
in lontananza
tra i papaveri ondeggianti,
con la tua camicia bianca
e il sorriso d'un tempo.

Tra arabeschi di farfalle,
ti verrò incontro
e avrò per te
ancora sguardi di fanciulla,
cornucopie traboccanti
di grappoli di baci
e mature carezze
e sarà d'ambra
la mia pelle dischiusa.

Ti sarò davanti
e in quell'attimo eterno
saranno palpiti.
Infiniti.

 

2
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Sergio Basciu il 01/03/2014 18:19
    Molto bella... arabeschi di farfalle... sguardi di fanciulla... in quell'attimo eterno saranno palpiti... belle immagini, chi legge riesce a vedere il quadro, la scena... come un film... mi piace.. ciao
  • Alessia Lombardi il 19/04/2013 13:52
    Lirica stupenda, ricca di metafore e allegorie vivaci come un giorno d'estate!
    I miei complimenti!!

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0