PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

I giorni del crollo

Una strana dolcezza
Una meraviglia antica
Un sapere fatale
all'innocenza
cercano la luce azzurra
nella paglia mangiata
dal fuoco.

Prepararsi ad un incontro
è come esportare esperienza
prossima alle parole
che non si cancellano
vicina agli affetti rimasti
nelle grotte marine.

Potremo noi fidarci di chi canta?
Potremo noi dire
che le sirene sono il nulla
dolorosamente trovato
infine?

Ma l'amore appartiene
sempre ad una vita
altra
non ancora vissuta
ma illustrata
con pazienza

E ascoltare è perdersi
per costruire la luce
di una visione
che ci abbraccia
senza poi conoscerci
nei giorni del crollo
che hanno il colore
del carbone spento
e delle fughe primaverili.

 

7
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 10/04/2013 23:35
    Significativa e sofferente l'immagine dell'amore come un'esperienza che appartiene a una vita mai vissuta. La ricerca della serenità è costellata di ostacoli. Bella
  • Anonimo il 10/04/2013 13:25
    L'amore, una continua tensione senza mai possederlo del tutto.
    Bellissima poesia!
  • Rocco Michele LETTINI il 10/04/2013 06:20
    TANTA REALTA' DA VESTIRE DEL PIU' LUCENTE ABITO DELLA SERENITA'... UN SAGGIO VERSICOLATO MIRABILMENTE COSTRUTTO...

3 commenti:

  • stella luce il 10/04/2013 07:57
    Una vera fiaba d'amore, lo scorrere del vivere...
  • karen tognini il 10/04/2013 06:58
    Meravigliosa Roberto... piaciutissima! l'amore appartiene
    sempre ad una vita
    altra
    non ancora vissuta
    ma illustrata
    con pazienza
  • Vincenzo Capitanucci il 10/04/2013 05:55
    Potremo noi fidarci dei Poeti? Platone li avrebbe cacciati dalla sua repubblica... perché falsi e mentitori... anche il mondo d'oggi lo sta facendo...

    Splendida Roberto... cercano la luce azzurra nella paglia mangiata dal fuoco... l'Amore eterno... appartiene ad un'altra vita... i Poeti... ne sono il ponte... sono scesi accarezzando le sirene del nulla... nelle grotte marine del nostro essere...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0