PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'orrore dentro

Potrà forse domar, stremata mente,
l'odioso e ratto incedere dell'ira,
nero pulsar del cuor disobbediente?

Saranno cieli d'improvviso rossi,
cadranno sopra siderale pira
pianeti, dall'umane grida scossi.

E sulla Terra, fetidi pensieri
procureranno al dì piaghe pulsanti,
saranno del violento agir destrieri.

Sarà agli affetti estraneo questo volto
devasto; in me rigetta spettri urlanti
la tomba dell'orrore dissepolto.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 26/04/2013 14:51
    Scusa, voleva essere una recensione.
  • Anonimo il 11/04/2013 23:04
    Versi Intensi e dolorosi... Bellissima complimenti!!!
  • agave il 11/04/2013 20:26
    grande maestria nel gioco ritmico e perfettamente musicale. non è la prima volta che lo considero ed ho piacere nel leggerti, complimenti
  • DarkSide il 11/04/2013 20:14
    il mio lato oscuro porge i suoi saluti al tuo.
  • Anonimo il 11/04/2013 16:03
    L'ira ti colse, e, preso dall'orrore, rendesti mero ogni turbamento, salvo che per un torbido tormento.
  • Rocco Michele LETTINI il 11/04/2013 13:24
    TUTTO IL VERACE DEL RIFLESSIVO TUO... IN UN RIMATO ENCOMIABILE...
    IL MIO SCROSCIANTE

12 commenti:

  • tabellina il 25/05/2013 20:37
    È vero, un drappo rosso cala a coprire il proprio io e c'e' l'orrore di non riconoscersi
  • Don Pompeo Mongiello il 13/04/2013 16:42
    Molto apprezzata e piaciuta questa tua eccelsa!
  • Ugo Mastrogiovanni il 13/04/2013 09:21
    Un magistrale sonetto d'ira all'ira. Non manca la dovizia di particolari, difficili da esprimere, ma di ottima riuscita.
  • - Giama - il 13/04/2013 07:44
    Molto forte, risalta la rabbia...
    Ottima costruzione
    Complimenti
  • Gianni Spadavecchia il 13/04/2013 06:30
    Versi pieni di rabbia e dolore, ben scritti. Poesia molto intima, personale..
  • salvo ragonesi il 12/04/2013 15:37
    bella poesia ben ritmata emolto musicale un bravissimo. il genere che prediligo. ciao. salvo
  • Anonimo il 11/04/2013 18:01
    Bella e vera la descrizione di un sentimento come la rabbia, il titolo dice tutto... e che condivido.
    ... in me rigetta spettri urlanti
    la tomba dell'orrore dissepolto.
  • Anonimo il 11/04/2013 17:02
    Non è tanto l'impulso istintivo del momento, quanto l'angoscia del dopo, che ci attanaglia.
    Bellissima Alessandro!
  • Anonimo il 11/04/2013 16:23
    sentimento espresso magistralente... i miei complimenti
  • loretta margherita citarei il 11/04/2013 12:43
    l'ira acceca la mente e procura indicibile danno, ottima poesia complimenti
  • Vincenzo Capitanucci il 11/04/2013 11:52
    Terribilmente bella Alessandro... potremo domar o no... questo orrore dentro... chi si.. chi no...

    ... in me rigetta spettri urlanti
    la tomba dell'orrore dissepolto...
  • Tobias Wallace il 11/04/2013 11:18
    Molto bene, descrizione di un sentimento in parole musicali. Preciso ed efficace.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0