PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Anima

Smarrito
il ricordo

a causa di un inchiostro invisibile
ma pur presente nello scorrere del sangue

mi ritrovai in mano
un manoscritto
di Lei

scritto dalla Sua mano a dimensione divina

indivisibili
fogli di bianchi candori

da sfogliare tutti i giorni

fra note violette
di campanule azzurre

su scale silenziose sfuggite alle labbra del tempo

la baciai

accentuando di sole i suoi mille fragili colori

 

5
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 16/04/2013 20:09
    la baciai
    accentuando di sole i suoi mille fragili colori
    Versi intrisi d'amore divino... Bellissima Vincenzo!!!
  • Rocco Michele LETTINI il 14/04/2013 18:51
    indivisibili
    fogli di bianchi candori...

    DOV'È IMPRESSO IL TENERO DI UN ETERNO AMORE... MIRABILE VINCE'...
  • roberto caterina il 14/04/2013 12:43
    fragili colori in una dimensione d'amore divina ed eterna

3 commenti:

  • Alessandro il 14/04/2013 22:32
    Leggendo la nostra anima immemore, possiamo riempirci ogni giorno della nostra pace. Molto spirituale.
  • stella luce il 14/04/2013 17:09
    davvero bella... la nostra anima resta forse nascosta ma di certo non sparisce mai dal nostro intimo cuore...
  • Anonimo il 14/04/2013 14:49
    Molto bella e romanticamente reale. L'amore fa questo è qualche volta anche altro!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0