PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Marco

Se Dio non può cambiare
lo stato delle cose,
Se io dovrò restare
la spina tra le rose,
che il vento mi trascini
lontano dal tuo viso,
perché a star vicini
qualcosa ci ha diviso!
Sarà la tua sapienza,
sarà il mio oscillare,
ma poi a starne senza
ci fa ancor più male.
Perciò, che il vento venga
o resti nel suo ventre,
non c'è niente che tenga:
io ti amo immensamente

 

1
7 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 17/02/2014 04:27
    apprezzata complimenti.

7 commenti:

  • GiuseppeCristiano Merola il 23/07/2011 02:52
    Buona poesia, senz'alcun dubbio, ma io non amo le poesie in rima. Cmq brava davvero.
  • Anonimo il 02/10/2009 08:59
    Bellissima.
  • Michela Cinti il 28/04/2007 09:24
    Grazie per l'appunto, a volte ritorno agli errori delle elementari...
  • A. Barbara Di Stefano il 25/04/2007 20:08
    l'ultimo verso manca della rima adeguata, ma è carina... il settimo verso contiene un erroraccio, o è voluto?
  • Argeta Brozi il 10/11/2006 18:32
    bella!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0