accedi   |   crea nuovo account

Falena

Nell'inverno che partiva
coi suoi grigi silenzi,
sei venuto a cercarmi.
Ma non avevi bisogno
di me.

Mi hai trovata
ai bordi
di una notte
senza vento,
falena vibrante
che apriva le ali
cercando scintillii
di stelle rampicanti.

Mi parlasti d'amore
e non avevi amore
da darmi
ma solo
consumate parole
scivolate via
come biglie colorate
su olio versato.
Poi,
azzardasti
voli sul cuore
ma non avevi
calde ali
di Sole.

Non conoscevo
i tuoi occhi,
eppure
attirasti
il mio volo
di inquieta falena
attorno a piccoli fuochi
che, troppo presto
accendesti
e senza cura
lasciasti spegnere
nell'aria scura
di una notte senza vento,
dove tu,
mi ricacciasti
con un arido gesto
di mano.

 

1
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 04/02/2014 12:26
    Conme prima tua poesia che leggo non è male. Almeno è molto introspettiva e reale. Non ti preoccupare di questi personaggi ce ne sono tanti e crescono a dismisura (soprattutto nel mondo femminile tutto teso a rassomigliare e superare quello maschile). Ne vedrai altre delle belle, ma la poesia merita una lettura perchè fa sempre riflettere.
  • Anonimo il 03/07/2013 12:47
    bellissima, mi hai emozionato molto con questa poesia, mi sembrava quasi di vedere questa falena lacrimante e rabbiosa allo stesso tempo... nei preferiti
  • Rocco Michele LETTINI il 19/04/2013 01:42
    SOAVE VERSICOLARE MARIAPINA IN UNA SEQUELA SCORREVOLE ET PREGNA DI SINCERO DESIDERIO D'AMOR...

3 commenti:

  • Anonimo il 04/02/2014 12:27
    Vabbèh, volevo dire "come". Ma perchè non rileggo?
  • Mariapina Abate il 03/06/2013 22:02
    Grazie per aver apprezzato Franco. un saluto
  • franco buniotto il 03/06/2013 12:21
    Ma è bellissima!...***** Complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0