PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'indimenticabile Sole

In notti di rottura
non trovano
equilibrio le mie emozioni

le lunghe ciglia di minuti interminabili
mordono le labbra discordanti del sonno

girano
a vuoto
guardando
le pareti diseredate del letto

le litografie di Sandro Chia appese ai muri mi parlano rievocando un eden lontano

esco
sul balcone

solo
il lampeggiare delle stelle

sa accordarsi con il volo dei miei sogni

Torno
a scrivere

l'ultimo foglio scritto dalla mia anima respira ancora nel caldo degli occhi
mentre lo guardo sprofondare in un immenso vuoto difficile da colmare anche da una lacrima

mi tolgo il pigiama
quasi lo strappo

zittisco
un silenzio
che mai fu mio
per dare voce di pelle ad una parola nuda

lo schermo
accendendosi
emana un debole chiarore

ore
di tastiera

sanno
scrivere
nell'asfissia del buio

12

3
0 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 20/04/2013 20:56
    premono i tasti a memoria come aiuole fiorite nella luce di un indimenticabile
    sole

    Versi sublimi Vincenzo... Bellissima!!!
  • federico marino il 19/04/2013 11:14
    Sono notti diverse delle volte, dove le emozioni sono forti e incontrollabili, la tristezza che colpisce il cuore e lo spirito, ma c'è sempre una forza che viene a salvarci nei momenti strani e difficili come l'arte e la poesia.
  • Don Pompeo Mongiello il 19/04/2013 09:11
    Il sole merita questa tua magnificenza e ti ringrazia.
  • Rocco Michele LETTINI il 19/04/2013 07:34
    LO SOLE COME ALIMENTO DELL'ANIMA E DE LO VITALE... IN UN VERSEGGIO D'AMOREVOLE CORREDO... IL MIO ELOGIO VINCE'...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0