username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Credimi

Credimi se dico cose di nessuno.

Credi alle cose piccole,
a quelle grandi,
e ai silenzi assoluti.

Se non ti parlo eppure ti racconto del buio intorno a me.

Credimi che non ho nulla d'inventato,
nulla di vero e nessuna falsità,
che non ho nessuna certezza,
tanta paura del vivere,
e molto coraggio nel vivere di me.

Credimi amore che non t'ho mai ingannata,
che non t'ho mai mentito ne mai ti dissi verità.

Che sono stato lì, anche se non c'ero,
che mai ci sarò restandoci per sempre.

Credimi se dico che le mie braccia vuote
sempre si riempiono di te.

Che sono l'uno e il due senza pari e dispari,
che non mi sommo mai ma sempre mi sottraggo.

Che se mi credi come t'ho creduta ancora io t'avrò,
anche se t'ho perduta.

Credimi, amore grande e piccolo del tempo mai contato,
dell'orologio fermo e della porta chiusa.

Che ciò che è stato ancor non è passato,
che è finito e che finito mai sarà.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Giulia Aurora il 18/10/2013 03:30
    Senzaltro suggestiva con tanti ossimori ma alla fine è difficile credere a qualcosa ma forse la spiegazione è nella bella chiusa dove c'è una definizione un amore che non si scorda molto originale

1 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 25/04/2013 17:43
    Versi davvero belli, un'alternarsi di contraddizioni ma molto musicali ed emozionanti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0