PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Veglia

Sentinella del mio cuore veglia,
vigile resta,
perché io mi possa aprire
quando tutto tace,
ed è lontana la tempesta.
Madre veglia
il sonno del tuo tesoro,
perché un giorno cresca forte
seguendo il suo cammino,
anche se sarà da solo.
Luna veglia
sulla notte indifferente,
fa da faro a quel barbone,
che si adagia
sotto gli occhi bui della gente.
E tu insonne anima,
che soffri solitaria,
cerca invece il tuo cuscino,
non restar sveglia nell'attesa,
ma vinci il tuo destino.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Mirko Zullo il 23/09/2008 21:36
    Un elogio al destino, mi piace molto l'immagine "cerca invece il tuo cuscino"... Bella. Mirko.
  • Marco Vincenti il 02/04/2008 09:26
    Veramente un bel componimento. Mi piace molto la chiusa perchè sostengo anch'io che siamo noi la causa del nostro destino. Complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0