accedi   |   crea nuovo account

E che

Io più veloce del presto
quando saggezza e prudenza
divengono ostinate voglie
in cui saldare fede idee e amore
Io domando che al tempo
venga imposta la scritta
LENTO

E CHE
passeggiando in una piazza
dove il mercato ha il sapore
del Nord
le sue erbe non rendano solo
felici gli innamorati
ma maghi accorti

E CHE
chi cerca l'ardire
non si ponga poi in fuga
ma salvi il nome che l'invidia
nasconde
salvi dall'inganno l'inganno
stesso che amor abbia poco spazio
per pensare amore.

Così l'occhio insegni
all'andata la via del ritorno
e trovi nel primo sonno
quel desiderio candido
che non fa dormire
ma sognare con ragione.

 

3
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 21/04/2013 18:48
    bellissima, coinvolgente, appaudo
  • Anonimo il 21/04/2013 07:35
    ... che il tempo non sfugga, che si possano fare magie, che si ponga il coraggio di trovare spazio per l'amore e si possa sognare ad occhi aperti! Quell'"E CHE" del titolo che fra i versi fa da controcanto è originalissimo e sembra rafforzi e sottolinei i concetti-desideri espressi. Bella bella!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0