accedi   |   crea nuovo account

Vuoti a perdere

Sembra un pensiero scontato,
ovvio in apparenza
ma non è così.
Ho come necessità primaria
un mondo adiacente
comprese tutte le declinazioni.
Ma ci sono strutture mentali chiuse, schive, distanti
in molte circostanze è paura di esporsi
e nei ritorni la riconosco quella paura.
Evidenzio passioni, desideri e sogni,
ma la speranza spesso è un'illusione.
Soddisfo un bisogno secondario,
la possibilità di percepire una vita ordinaria,
controllabile.
Le qualità ci condizionano,
l'interiorità rifiora esteriormente.
La felicità non è arrivare all'obiettivo
ma raggiungerlo
in un'estasi condivisa.
Comprendo l'indifferenza
ma non riempio vuoti,
verso sul già colmo affinché trabocchi.

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 27/04/2013 19:42
    Verseggiare magistrale, carico di interiorita', grondante di saggezza.

3 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 25/04/2013 09:54
    Molto piaciuta ed apprezzata questa tua straordinaria!
  • Anonimo il 24/04/2013 20:07
    Interessanti riflessioni su VUOTI A PERDERE ; testo apprezzato!
  • Gianni Spadavecchia il 24/04/2013 16:08
    La felicità non è arrivare all'obiettivo
    ma raggiungerlo...
    Frase che ho apprezzato di più, bella proprio bella!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0