username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sogno

Vedo altro fluire
nel mesto andar p'incerto.
Lercia immersione!

 

l'autore Rocco Michele LETTINI ha riportato queste note sull'opera

Tecnica de la poesia haiku.


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

12 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 11/08/2013 12:20
    Molto bella questa poesia.. complimenti.
  • Gabry il 13/05/2013 18:08
    interpretazione onirica e fluida,
    Versi
    che terminano in una personale visione sgradita, o sgradevole,
    per l'autore. un plauso per capacità e bravura sempre confermata. a presto carissimo!
  • Anonimo il 28/04/2013 19:05
    È difficile esprimere il proprio pensiero in poche parole.
    Bravo Rocco, come sempre, pensiero super condiviso!
  • Anonimo il 27/04/2013 19:53
    Pe' l'imo fondo de l'alma tua, narrasi lo sgomento e lo turbamento de qui non pote nulla l'omo sano.
  • Anonimo il 27/04/2013 15:48
    Un'immersione nel profondo tra difficoltà e. brutture magari difficili da digerire, ma essenziali.
    Bravissimo R. occo!
  • Raffaele Arena il 27/04/2013 08:25
    Poesia in cui esprimi una condizionde quotidiana di molti, che per arrivare a fine mese, o per altre magagne, vivono in continua sofferenzA. Piaciuta.
  • loretta margherita citarei il 26/04/2013 19:14
    molto originale, da alito a varie interpretazioni, bravo rocco
  • Don Pompeo Mongiello il 26/04/2013 17:08
    Apprezzata pur se non capita.
  • Anonimo il 26/04/2013 13:47
    Inesorabilmente si cerca in sè stessi la forza per andare avanti pur accorgendosi che il SOGNO è un viaggio temporaneo nel misterioso fluire dell'incerta esistenza! Applausi meritati per l'impostazione stupenda di questo haiku introspettivo.
  • Alessandro il 26/04/2013 13:14
    Profonda nella sua essenzialità, come i nostri viaggi nei pozzi dell'inconscio.
  • Ezio Grieco il 26/04/2013 12:48
    Mi associo a Vincenzo, splendido Haiku e splendida recensione.
    cl
  • Vincenzo Capitanucci il 26/04/2013 10:59
    Un P greco... il punto di un cerchio... raggio... diventato un P... incerto... dove cerco l'io...

    Splendido Michele...

11 commenti:

  • giuseppe gianpaolo casarini il 17/08/2013 12:57
    un haiku ben costruito poeticamente

    bravo!
  • AlfaCentauri il 06/05/2013 13:07
    forse un brutto virus?
  • AlfaCentauri il 05/05/2013 23:34
    SDGsdgvsdv ertververtv erbvertv ertvertv ertv ewtvrertv ertfce rtver tvervt tyghf hfdvg dr 4wetv yjtyih rbvgacd tc
  • Maria Rosa Cugudda il 27/04/2013 17:40
    Particolarmente apprezzata!
  • Nicola Lo Conte il 27/04/2013 14:20
    Notevole abilità nell'uso delle parole.
    Triste e "mesta".
  • karen tognini il 27/04/2013 08:37
    Bravissimo Rocco... tutto adesso è cosi' confuso e incerto...
  • gio porta il 26/04/2013 17:29
    Analitica immersione all'interno di se, nell'incedere, scansando la feccia si trova l'essenza. Mi piace.
  • augusta il 26/04/2013 17:23
    ho letto i commenti e così ci capisco qualcosa e sono d'accordo con andrea... 1 beso
  • Vincenzo Capitanucci il 26/04/2013 17:04
    Il passo di un compasso... incerto... riletto.. rieletto Michele... per la sua profonda bellezza...
  • - Giama - il 26/04/2013 15:54
    Particolare l'accostamento di termini quali fluire e andare incerto, in una lercia immersione... il tutto legato dal sogno, nel quale si affrontano i più intimi viaggi!

    Complimenti!

    Ciao
    Gia
  • Andrea il 26/04/2013 15:05
    ciao michele, ancora una volta ti sei dimostrato un maestro nell'haiku... che dire? poesia stupenda, ma forse questa mia opinione è troppo parziale visto che ho sempre preferito componimenti brevi ed ermetici. Cercando di rimanere più obiettivi, mi è piaciuto lo sfogo dell'ultimo verso, che altro non è che una rabbiosa reazione di fronte allo svelarsi della labilità del mondo perfetto dei sogni, descritti invece con il tuo stile composto e metricamente classico ( tuo marchio di fabbrica). Un saluto e a presto.
    p. s. una volta ero Jim, ora ho deciso di presentarmi con il mio vero nome.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0