accedi   |   crea nuovo account

La conta

Ciullo jeva
le picure a cuntà,
ma a cinqu
se fermava,
e altri cinqu
ne cuntava
e accussì
jennu
finu a notti,
ca de cinqu
na minqhia
nun sapeva
quanti picure
ne l'onzieme
fussero.

 

l'autore Don Pompeo Mongiello ha riportato queste note sull'opera

Mi scuso con i siciliani, ma in onor loro la scrissi per la povera gente, affinché risorgesse!


2
0 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 26/04/2013 19:53
    molto apprezzata particolare e bella...
  • Rocco Michele LETTINI il 26/04/2013 19:28
    UNICO NE L'ORIGINALE...
  • loretta margherita citarei il 26/04/2013 19:00
    MOLTO ORIGINALE APPREZZATISSIMA

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0