accedi   |   crea nuovo account

Urge cambiamento radicale

L'amarezza di quello che sta accadendo rende l'animo sterile. Nell'incedere dei giorni notizie esasperano la mente. La sopportazione travasa. Finti invalidi e ciechi defraudano le sofferenze vere. Politici, di basso profilo, corruttori e concussori: L'appropriazione indebita nella normalità del vivere. Nulla è reso. Promesse, nei tempi delle scelte, si sciolgono come neve allorché si adagiano. Finanziamenti pubblici aboliti sono tornati più onerosi per sparire come pioggia negli anfratti del politichese. Non c'è pena. Il disprezzo muore nelle ore. Il maltolto si dissolve fra nuvole di carte nel mare del tempo. L'incubo di questa vile magia perseguita i più deboli. A te carcerato chiedo, perchè ti lamnti, non hai forse scippato? Non hai forse rubato? Pensa a quei poveri "onorevoli" che devono comprare o ristrutturare ville e palazzi, fare crociere e sontuosi bamchetti. Pretendi, forse, che un senatore o un deputato sia condannato, non sei stato anche tu ad innalzarlo su quel seggio dorato? L'immunità da ogni misfatto si sona presa. Ricorda, così apostrofava il marchese Del Grillo rivolgendosi ai popolani: " Ah... me dispiace, ma io so' io... e voi non siete un cazzo!".

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • salvo ragonesi il 02/08/2013 19:26
    E si siamo proprio alla torta ma nessuno vede nessuno sente tutti intenti ai loro sporchi intrallazzi. Urge cambiamento radicale hai proprio ragione, ma non vedo fumi. Bella. ciao salvo
  • augusta il 27/04/2013 11:07
    è quasi poesia cmq mi piace e la descrizione dei misfatti è perfetta... 1 beso

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0