accedi   |   crea nuovo account

Mondi

Ti viene forse dalle lande bianche
quel tuo esser fermo
dall'incredibile noia del tempo
di giornate tutte uguali
scandite da quasi invisibili
variazioni della luce

Bisogna indovinarti, indovinare
impercettibili movimenti del volto
un'invisibile ruga, involontaria
disegna quasi un sorriso
le linee della fronte
il tono più caldo delle parole

È difficile, come se fossimo
mondi lontanissimi
io vado con la pioggia, col sole
affondo, risorgo
con niente, per niente
sono acqua increspata
tu corrente profonda
che si manifesta
mai

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0