PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poss' esser' sempre

Ïo poss' esser' sempre ed altri mai,
ma dimandando meco in le sorgenti
oscure ov'io vagai cercando intenti
vidi'l mio vello ch'allor' sfilacciai,

con le tremanti mani, in mille rai
di più lunghezze e mai, mai ricorrenti
dicendomi: "e con questo or' tu saprai
per luquide virtù moverti", e venti

d'acerba ira soffiaron' ad un tempo
e in improvvisa coltre i' fui sospinto
e ciò che persi mai seppi trovar';

diviso fui e 'l color mai a ricordar'
riuscii di quel mio vello, e allor' fu vinto
che mi sentii e pur stanco nel contempo.

 

1
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 30/04/2013 00:12
    Terzine dal sapore antico, maestria assoluta nel plasmare la forma.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0