PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Niente cose zuccherose

Ma i laghi sono stati creati
per l'innocenza e l'eternità
Le loro increspature
-
- - - - - -
- - - - - -
lievi e leziosi pizzi
al tramonto
suoni nascosti nelle canne
voci o versi che ondeggiano e sussurrano
gioia o dolore
chi può poi dirlo?
Non siamo noi a scegliere il destino
Possiamo se vogliamo
riconoscerlo
nella nebbia d'argento che ci accorda
la sua benevolenza.

Ma
niente cose zuccherose
elfi melanconici
invenzioni strappate a doni
inesistenti.
Chi è dominato dall'acqua
come chi è soggiogato dal fuoco
sa che
una luce solo
sorge all'orizzonte
attraversa tutto il lago
per darci la sua quiete
improvvisa.

Solo chi ama
sa poi parlare
e vedere
questa saggezza eternamente
vicina.

 

4
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0