username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il borgo antico

Aere inquieto, di pioggia presagio
odor di muschio e vino selvaggio.
La scure nel legno i colpi cadenza, si scorge
di distratta fanciulla solinga presenza.
Ardono sul fuoco i maturi ciocchi,
danza la fiamma nei neri suoi occhi.

 

3
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 30/04/2013 19:53
    Immagini e sensazioni antiche e perdute per sempre, ma solo per chi è ancora in grado di ricordarle.
  • Rocco Michele LETTINI il 28/04/2013 20:04
    STUPENDO IL TUO POETAR CHE LASCIA INTENSA EMOZIONE...

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0