accedi   |   crea nuovo account

Sole di Notte

Si dice che al trapasso una luce risplenda,
calda, avvolgente senza alcuna soluzione.
amalgamando solo i colori primari,
non il nero, ma il bianco dorme nel sussulto

Immersi nello splendore sempre più opaco,
restano le ombre a ricordarne il passaggio.
Polvere nel vento e solchi senza terrore,
smaterializzati in un momento dal mondo.

Dai miei occhi ormai completamente sciolti,
resto accecato fino al mio ultimo attimo,
prima di evaporare al sole della notte.

Dalle labbra fiammeggianti escono lacrime,
pepite di sangue rapprese nell'aria,
visioni normali nell'era dell'atomo.

 

1
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 20/10/2016 09:44
    Un bel poetgar, non c'è che dire, ma non è giusto abbandonarci in questo modo.
  • Alessandro il 29/04/2013 23:41
    Un sonetto ibrido dalla forte carica visionaria, un sole notturno che ricorda quasi l'apocalisse. Bella davvero.

2 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 20/10/2016 10:19
    allora commentaci, dovrebbe apparire fra poco una mia ultima che in qualche modo ha a che fare proprio con questa. Bardo
  • Gianluca Marian il 20/10/2016 10:16
    ci sono ancora, ma la vena poetica è svanita, purtroppo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0