username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La risposta accanto

Coltelli di follia
puntai all'immoto cuore
per spegnere l'inverno
che i sogni porta via,
per ravvivar mia fiamma
vivendo di dolore.

Fu il nulla percepito,
mi vidi boccheggiare
ancora in cieco dramma.
Dal pavido egoismo
mi ritrovai beffato
e fosti tu a gridare.

Fu il vano masochismo
di un'anima atterrita
che in ogni colpo inferto
lasciò sua dolce sposa
tra i venti del deserto,
scordata e poi ferita.

Eppure fu il perdono
negli occhi tuoi; quel sogno
con te ora rivissuto
mi svelerà chi sono.
Su un albero abbattuto
il più bel fior si posa.

 

5
7 commenti     7 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

7 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • giuliano cimino il 05/05/2013 00:39
    meravigliosamente romantica sapientemente scritta! Un bel capolavoro
  • Don Pompeo Mongiello il 01/05/2013 10:47
    ... al punto che ne faccio una recensione.
  • Anonimo il 30/04/2013 17:04
    Una conferma al fatto che render la pariglia non paga, distrugge e non fa crescere.
    Bravissimo Alessandro!
  • Arcturus il 30/04/2013 15:50
    Molto bella la chiusa, complimenti. Il tuo stile mi piace.
  • Anonimo il 30/04/2013 14:17
    Suggestive e fervide immagini, regalano intense emozioni. Testo introspettivo molto significativo e profondo. Belle descrizioni, accompagnate da metafore incisive, completano il valore della pubblicazione. Bravo come al solito!
  • stella luce il 30/04/2013 12:41
    molto belli questi tuoi versi... alle volte ci si sorprende del bello accanto a noi o di come anche sull'albero secco possa nascere uno splendido fiore... tutti sbagliamo e commettiamo errori nella ricerca della nostra strada ma alle volte basta guardare vicino per andare lontano...
  • Rocco Michele LETTINI il 30/04/2013 11:40
    SERENO GIORNO AMICO DE LA POESIA.

7 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 01/05/2013 08:35
    Bei versi, colpiscono e attraggono l'interesse del lettore. Molto bella anche la chiusa!
  • - Giama - il 30/04/2013 21:11
    Bellissima scrittura, tempi, ritmo, pause, che danno risalto alla capacità rappresentativa di Alessandro...
    La vita in versi...

    Complimenti!
  • Anonimo il 30/04/2013 18:26
    Bella e profonda tutta la poesia. Bellissima e condivisa la finale!
  • Fabio Magris il 30/04/2013 16:30
    Mi complimento anch'io. Sempre profonde, accurate, di effetto. È un piacere leggerti.
  • Don Pompeo Mongiello il 30/04/2013 12:32
    Un plauso per questa tua straordinaria davvero!
  • Anonimo il 30/04/2013 12:14
    La risposta all'egoismo che genera solo dolore ha avuto per risposta il più bel fiore: il perdono. Perfetta, Alessandro!
  • Rocco Michele LETTINI il 30/04/2013 11:39
    IN METRICISMO MINUZIOZAMENTE CURATO UN VERSEGGIO CHE ESALTA VIVAMENTE IL CONCETTO DI ETERNITA' AFFETTIVA... IL MIO ECNCOMIO ALESSANDRO...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0