accedi   |   crea nuovo account

Portella della Ginestra

Quando tomo tomo
lo re nostro
lo stivale lasciava
ed in esilio
se ne andava,
li veri nemici
de lo popolo,
la neo repubblica
co' li mitra festeggiava,
uccidendo
senza pietà alcuna
in quella piana.

 

5
1 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 01/05/2013 05:19
    Quel 1 maggio... fra le vittime... ci fu un bambino di 13 anni... che si chiamava Giuseppe di Maggio... ed una bambina di 8... Vincenza la Fata...

    da Palermo a Chicago.. le rose di maggio... furono rosse di sangue... e la Ginestra di Leopardi... geme... guardando dalla sua finestra d'infinito...
  • Anonimo il 30/04/2013 22:46
    Un flash di storia da non dimenticare. Bravissimo don!
  • Rocco Michele LETTINI il 30/04/2013 22:20
    Una traccia del tempo che fu in mirabile verseggio.
  • roberto caterina il 30/04/2013 18:27
    episodio da ricordare, grazie per averlo fatto.

1 commenti:

  • - Giama - il 30/04/2013 21:04
    La memoria resa viva in questi versi dalla tua capacità di racchiudere il tempo negli istanti delle tue poesie.
    Bravissimo Don!
    Ciao
    Già

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0