PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Dal presente al futuro

Pagina bianca, sul tavolo
il foglio, la penna,
la mano stanca.

Poi la sensazione di trovare
nello scavare, costriuire, ricercare
un sentimento-invenzione

da tradurre in parola,
che partendo dal mio cuore
giunga a te.

Ma meccanicamente scrivo
integrato nel tutto
battito lento, che parte,
in parte, dall'armatura che indosso.

Compreso, nell'oscurità
che si fa luce e viceversa
(si contengono l'una con l'altra).

Che in questo continuo mutare
una melodia mi raggiunge
come stimolo per fare

ma con lentezza penso e osservo
questo difficile continuo andare,
con impaccio e sofferenza,

alzandomi con pesantezza
stanco e poco convinto
ma non del tutto vinto

dal presente al futuro.

Che continua a stupire, intimorire
quanto la rivoluzione è veloce,
tempo feroce e ipertecnologico,

come se logica fosse
in mano a energie aliene
e non a scienza,

delegata da uomini a robot
per questo oramai,
spiritualmente povera.

se mai spiritualità abbia capito
o forse calpestato, come strumento.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 01/05/2013 21:20
    UN PERCORSO SEGNATO DAL PRESENTE AL FUTURO CHE IN UNA TOCCANTE SEQUELA TROVA UN UNA PAGINA BIANCA E UNA MANO STANCA ALLA RICERCA DI UN SENTIMENTO-INVENZIONE DA FAR CONFLUIRE A CHI STENTA A CREDERCI A L'ASSURDA QUOTIDIANITA'...

2 commenti:

  • Alessandro il 02/05/2013 00:18
    Smarritii tra le pieghe del tempo, calpestati da un futuro incerto. Molto apprezzata
  • Rocco Michele LETTINI il 01/05/2013 21:31
    Un percorso segnato, dal presente al futuro, che in una toccante sequela, trova una pagina bianca, una mano stanca, la ricerca di un sentimento-invenzione che faccia confluire l'idea d'una assurda quotidianità pur di dar colore a un domani-enigma...

    SCUSAMI RAFFAELE PER IL PASTICCIO-RECENSIONE DOVUTO ALLA NON CONCETRAZIONE E AL NERVOSO CHE MI STA DANDO IL RICOVERO OSPEDALIERO... DI NUOVO IL MIO ELOGIO... CIAO

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0