accedi   |   crea nuovo account

Ballata per la mia gelosia

Questa voce sibillina 
che sussurra nella testa 
"Fammi entrare" 
mentre sferro pugni contro il vuoto 
"fammi entrare" 
urla ora 
non ho più mani per tapparmi le orecchie
 "fammi entrare" 
vorrei strangolare questa voce maledetta 
Ho le nocche scorticate 
"fammi entrare".  
Dice che può salvarmi 
che lui mi abbandonerà 
che lui la ama già 
che lei è mille volte più 
gioiosa briosa esuberante 
che gli occhi di lui sono solo per lei 
che le labbra di lei sono solo per lui 
e io dentro strillo,
fragorosa cascata di sassi
che crolla su di me 
è questa angoscia,
e tu gigante 
ed io piccina
scompaio,  
stella morta nel buio.  
Anche questa volta
mia nemica 
mia subdola amica 
Gelosia,
Hai vinto tu.

 

0
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 14/05/2013 21:41
    Gran ritmo, come veder la scena, sentimento. In poche parole una bella e anche ironica poesia. Certo che la gelosia se stroppia, rovi
    na l'amore.
  • silvia leuzzi il 02/05/2013 17:01
    Hai descritto bene le sensazioni che si provano quando si è gelosi, io sono più violenta nelle mie reazioni aahhahah ciao amica
  • Rocco Michele LETTINI il 02/05/2013 16:21
    UNA BALLATA DI GELOSIA LASCIATA IN UNA PASSIONEVOLE SEQUELA...

2 commenti:

  • salvo ragonesi il 02/05/2013 19:20
    le passioni si vivono co le gelosie più terribili. piaciuta salvo
  • loretta margherita citarei il 02/05/2013 17:05
    no non è la gelosia, ma la passione mia, si canava in un noto tango... apprezzatissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0