accedi   |   crea nuovo account

La gente

Ne lo ire
a zonzo pe' la città
mi par di morire,
pe' quanta viltà
c'è nel lor ardire.

 

6
5 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 04/05/2013 06:58
    Bravo Don... essendo un buon Poeta.. sai con cosa rima... zonzo...
  • Anonimo il 03/05/2013 17:43
    Purtroppo è proprio così! Bravo Don, come sempre!
  • Anonimo il 03/05/2013 16:18
    Se dessero il premio viltà, ci sarebbe davvero molta difficoltà ad assegnarlo.
    Bravissimo don!
  • Rocco Michele LETTINI il 03/05/2013 13:00
    UN PLAUSO DI CONDIVISIONE A TE E A VERA... REALE NE LA SUA SEQUELA

5 commenti:

  • salvo ragonesi il 04/05/2013 15:27
    la società ormai è tutta una bolgia di inciviltà. non posso che plaudire questa tua riflessione,è pura veritaà. salvo
  • - Giama - il 03/05/2013 23:30
    Mi piace molto l'accostamento dei termini viltà e ardire; il vile generalmente non osa, a meno che non voglia mascherare la sua viltà con un falso coraggio...
    Ottima scelta!
    Ciao
    Gia
  • Anonimo il 03/05/2013 16:53
    il tuo linguaggio di moderno menestrello ben si adatta ai fatti " de la umana e vile gente"che spesso abbonda nella nostra società. ciao
  • laila il 03/05/2013 14:46
    La vera bestia e' umana. Verita' Don Pompeo. ! abbraccio. Laila
  • Anonimo il 03/05/2013 12:19
    Già, se ne fanno, attorno a noi, di cose scorrette, e la cosa peggiore è che vengono spesso compiute come se nulla fossero, con la massima disinvoltura. Profonda inciviltà di tanta civiltà moderna. Hai fatto bene a sottolinearlo, Don, per qualcuno che sia ancora capace di utilizzare sottolineature del genere.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0