PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La razza corrotta

Sarà da affranti figli ereditata
la polvere d'una galassia spenta
dalla violenza cieca e disperata
di chi del nostro Sol non s'accontenta.

Di nostra schiatta il mal sí tanto offende
che pure rese l'animo distrutto.
Ma forse un altro mondo ancor c'attende,
ove l'immensità cancella il lutto.

Sul filo dei pensieri più contorti,
sulla trincea di vincitori e vinti
non splende il senno ch'è solo dei morti;
l'umano odiar diletta i cari estinti.

Non abbisogna di pene o sentenze
l'abisso che sovrasta onesti e scaltri.
Nel gorgo delle logore coscienze
alfin cadrò; cadran con me mill'altri.

 

6
4 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 10/05/2013 13:56
    Sempre quartine di ammirevole verseggio.
  • Vincenzo Capitanucci il 07/05/2013 07:02
    Fu questo il nostro compito... il trascinarci nella morte... o cancellare il lutto nell'immenso..

    Se fosse il 5 maggio... direi... ai posteri l'ardua sentenza...
  • rescaldani franco il 05/05/2013 17:08
    IL VATE DI PR IN UNA ENCOMIABILE POESIA. SUPER-ALESSANDRO.
  • silvia leuzzi il 05/05/2013 16:44
    Bella Alessandro, molto intensa la sua portata morale, il tocco profondo del poeta che scandaglia l'abisso umano in tutte le sue sfaccettature. Ricercata e molto classica, scorre bene grazie anche alla ritmica ABAB dei versi. Bravo ciao
  • Rocco Michele LETTINI il 05/05/2013 16:35
    Intenso, incisivo in ogni quartina metricalmente da vate...
    Riflessivo e finemente forgiato il distico di chiusa...
  • Anonimo il 05/05/2013 14:37
    Un'eredità che incombe come un male generato da chi non vede oltre se stesso. Sarà diverso il mondo immateriale? L'unica risposta è di speranza e poi chissà!
    Sempre profondo e bravo!

4 commenti:

  • vasily biserov il 09/05/2013 14:30
    Tagliente l'intento morale, il ritmo fa presto a conquistarti e ti guida verso mondi superiori. Bellissima!
  • Nicola Lo Conte il 08/05/2013 20:09
    Poesia amara, tuttavia voglio vederci un filo di speranza e di possibilità di riscatto e presa di coscienza del genere umano.
  • Anna G. Mormina il 06/05/2013 10:58
    ... l'essere umano cede alla corruzione... ma tanti sono quelli onesti... purtroppo per rabbia ce ne dimentichiamo, non ne parliamo... poesia molto bella, complimenti Alessandro!
  • loretta margherita citarei il 05/05/2013 17:45
    veramente bella e veritiera, complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0