PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sono

Non mi riconosci

Sono io

Sono in Te
quell'io folle

che mentre cammini pensieroso per strada con un viso assorto nel volto giornaliero del truce sogna

Sono Lei
libellula di luce volante a quattro ali nella bilancia sospesa ad un chiaro di luna in trasparenze d'infiammo

Sono il Lui
parente di Colui che mentre uccide tutti nella sua reggia fortezza di testa riposata fra le stelle l'ente festeggia

Sono
quell'Esso indefinito regnante

vetta minerale e abisso animale di un mondo vegetale

l'Amore espanso
di una colomba umana in volo
che non fa in tempo ad essere oro di clorofilla

perché già

un falco della morte staccandosi dal ramo di un foglia gli piomba addosso

Sono Noi
quando ci possiamo amare sconfinando da ogni strutturato confine
un noi di pelle scura così innaturale da essere divenuto la savana arboricola di un tetto familiare

Sono il Voi
dormiente

il poro otturato sprizzante rabbia di scimmia

felice solo
nell'aldilà di quelle isole beate dove non tramonta mai l'iperboreo sole del gesuita

Sono loro
quelli che per Te in altezza di mente non sono niente

non mi riconosci ancora anima mia dammi la mano sono sempre io

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

Sono il sogno di una libellula azzurra che pensava di essere un gorilla... aforisma... lol..


8
5 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 11/05/2013 05:55
    Onirica e aulica nel suo climax. Complimenti.
  • Rocco Michele LETTINI il 11/05/2013 05:05
    CARTA D'IDENTITA' DI UN ETERNO SOGNO D'AMORE IN UNA SEQUELA VERSICOLANTE ECCELSA...

5 commenti:

  • Anonimo il 11/05/2013 15:19
    Vincè, questa tua è talmente bella che mi ha commosso.
    Splendida e profonda Poesia.
  • Alessandro il 11/05/2013 14:39
    Riflessione sulla nostra essenza e sul ciclo della vita. Ottima
  • silvia ragazzoni il 11/05/2013 09:42
    Non mi riconosci ancora anima mia
    dammi la mano sono sempre io... SPLENDIDA!!!
  • Eugenia Toschi il 11/05/2013 07:59
    Riconoscersi fra tanti noi... bellissima, complimenti.
  • alessandra moschella il 11/05/2013 07:15
    uno, nessuno, centomila... Mi piace!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0