username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Non merito perdono

Quando entro in contatto
col mio cuore, mi dice:
cosa hai fatto amore?

Mi manchi come l'acqua
mi manchi come il sole.
Non son solo parole

è sentimento vivo.

Non merito attenzione
ma di te mi sento privo.
Una storia
ha un inizio e una fine

ma le scene più belle
vissute come fuoco acceso
e anche certe attenzioni
rianimano la memoria
divorano il mio cuore.

È un'esperienza
anche disarmonica
è normale.

Per quel che sono stato
per quel che sono ora
per come sei Tu

Cuore a cuore ti sento ancora
e come un bimbo arrogante
piango lacrime amare.


Ma non telefonarmi,
non cercarmi mai più,
solo nel bisogno,
se sarò vivo nell'istante
se casomai vorrai sentirmi

non far caso al mio esser orso
e bitorsolo al nocciolo
non far caso se ti diro
che fai, e come stai?

Che le tue parole
le sento e le capisco
sono un inganno continuo
e del tutto non mi hai convinto

complicato e sensibile come sono,
ritrovato il sentimento
in questa vita o nella prossima
non sò se tornerò uomo.

 

2
0 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • GIUSEPPE il 11/05/2013 14:46
    Una storia finita è comunque esperienza acquisita e, nel bene o nel male, rimane immagine indelebile nella nostra vita.
  • Alessandro il 11/05/2013 14:44
    Una impietosa analisi delle proprie colpe, la disperazione raggiunge il picco nella chiusa, che segna un punto di non ritorno.
  • Rocco Michele LETTINI il 11/05/2013 12:24
    UNA SEQUELA DI STIZZA A LO SCORRERE CHE INVADE IL MESTO VIVERE LASCIATA NE LA PIU' TOCCANTE RIFLESSIONE DI CHIUSA...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0