PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Come statua mi sgretolo

Non riesco più a guardare il sole,
non riesco più a sentire amore,
dilaniato da momenti su momenti

che sgretolano ciò che sono.
Come una statua antica in rovina,
come abbandonato mi sento

animale vicino alla morte.
Ma non è detta l'ultima parola,
ho un paio di occhiali da sole

molto resistenti.
Sento il desiderio di vita
sento gli elementi della terra

e del cosmo dentro di me
come ognuno di noi contiene.
E riguardo il sole malato

qualcuno ne è responsabile
e in parte pur io.

 

5
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 12/05/2013 20:58
    Come un monumento in rovina, si sgretolano le nostre illusioni. Belli gli ultimi versi, che alludono a una responsabilità comune per lo sfacelo che ci circonda.
  • Rocco Michele LETTINI il 12/05/2013 05:37
    MALICONIA E DOLORE IN UN TOCCANTE VERSEGGGIO EMERGONO DA UNA TEDIOSA QUOTIDIANITA'... RESTA SOLO IL CORAGGIO E LA FORZA D'ANIMO DE L'AUTORE DI CONTINUARE...

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0