accedi   |   crea nuovo account

Polvere aurorale

Quando Vi sento cantare
penso che anche la polvere
preghi
abbia un suo colore che pretende
di essere ascoltato a distanza
in una festa mobile
del cuore

Tutto orienta alla coscienza
ad un personale pensiero
d'amore
che avviene in ciò che è vero
anche se si finge
perfido guerriero

Così il dolce oggetto
ha finissime armi e ricche
e un corpo agile e sciolto
che provoca il cervello e
nasce ancora
una seconda volta
in quella polvere
aurorale.

E Voi fate di un segno dato
la meraviglia antica
che pur esorta
a sperare
ad ardire con molta ragione
quel troppo che in amore
non è mai dai rabbiosi flutti
sospinto
ma da un valor armato o inerme
che pur alla fine
vince.

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 12/05/2013 14:22
    RIFLESSIONE SUBLIME... MEDITAZIONE DOVEROSA... ELOGIABILE VERSICOLARE...

2 commenti:

  • Alessandro il 12/05/2013 21:00
    Il romanticismo si interseca alla perfezione con quella che tu chiami "meraviglia antica".
  • loretta margherita citarei il 12/05/2013 19:02
    la tua professione si riverbera sui tuoi scritti, molto originale

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0