username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Orecchio assetato

E se
la mente quasi canta
le parole dell'intelletto
e una favilla
di sapienza ritrova il talento
vediamo
cose leggiadre
piacevoli dolcezze
nel caldo sentire
la fuggevole ammirazione
di un orecchio assetato

Hanno bruciato tutto il tempo
a noi noto
ma un calmo gioco
è lì per dirci che
non vedendo
è possibile essere là
dove si vede

rassomigliando finalmente
ai nostri corpi.

 

7
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 13/05/2013 07:06
    in una favilla... di sapienza... ritrovare il talento... e la poetica via.. fare di una sgangherata baracca... il corpo di una villa...

    Finale-mente... Bravissimo Roberto...
  • Rocco Michele LETTINI il 13/05/2013 07:04
    UN TITOLO CHE FOTOGRAFA NITIDAMENTE QUANTO LIBERAMENTE RIPRESO...

3 commenti:

  • - Giama - il 14/05/2013 22:28
    Poesia piacevole, merita più letture e soprattutto l'attenzione degli abitanti di questo sito.
    Complimenti Roberto!

    Ciao Gia
  • Alessandro il 13/05/2013 23:51
    L'orecchio assetato quanto la gola, di parole magiche e sincere.
  • karen tognini il 13/05/2013 07:58
    Bravo Roberto.. versi molto ricercati sapientemente ben scritti...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0